mattiaq

Sempre allegri (bisogna stare)

Archive for giugno 2011

Promozioni

leave a comment »

19€ a MB? 29€ a MB? E questa sarebbe una promozione?

Il giorno che trovo un operatore in qualunque parte del mondo che mi faccia tariffe di roaming che non siano un furto giuro che corro ad abbonarmi.

Annunci

Written by mattiaq

venerdì 17 giugno 11 at 12.00

A urne ancora chiuse

leave a comment »

L’ho scritto in un commento, ma lo ridico perché mi pare una battaglia importante che va oltre i referendum. Questa cosa per cui il servizio pubblico non possa che essere inefficiente e allora invece di farlo funzionare lo si debba affidare ad altri mi pare una colossale mistificazione. Un residuo tatcheriano fuori tempo massimo.

In Italia abbiamo avuto moltissime esperienze di amministrazioni pubbliche locali efficienti e moltissimi esempi di privati che hanno fatto scempio dei servizi a loro affidati.

Written by mattiaq

domenica 12 giugno 11 at 12.00

Pubblicato su Politica

Tagged with , ,

L’è un gran Milan

leave a comment »

Dopo una giornata passata a zonzo, senza dover correre da qualche parte per lavoro, mi confermo nel mio giudizio che Milano è proprio una bella città. Intendiamoci, preferisco sempre Roma, ma Milano è l’altra faccia della medaglia, l’unica altra vera città italiana, con virtù e difetti speculari.

E comunque, adesso che Pisapia ha vinto, diciamolo: la peggiore amministrazione milanese ha gestito l’ordinario meglio della migliore amministrazione romana; Milano è una città molto più vivibile. Sulle opere e gli eventi straordinari invece nulla batte la visionarietà veltroniana e Milano ha il grandissimo difetto di ondeggiare tra l’avere da un lato la potenzialità e il sentirsi una città internazionale e dall’altro scivolare in un provincialismo miopissimo.

Written by mattiaq

martedì 7 giugno 11 at 12.00

Pubblicato su Io, me medesimo, Roma

Tagged with ,

Una giornata al mare

leave a comment »

Se voi però avete diritto di dividere il mondo in italiani e stranieri allora vi dirò che, nel vostro senso, io non ho Patria e reclamo il diritto di dividere il mondo in diseredati e oppressi da un lato, privilegiati e oppressori dall’altro. Gli uni son la mia Patria, gli altri i miei stranieri.
Don Milani

Che noi oggi siamo in spiaggia, ma c’è gente che sta sui barconi e molti non ce la fanno.

Written by mattiaq

giovedì 2 giugno 11 at 12.00

Pubblicato su Uncategorized

Tagged with ,