mattiaq

Sempre allegri (bisogna stare)

Archive for maggio 2011

Amministrative

leave a comment »

Queste elezioni hanno visto la vittoria di candidati diversissimi tra loro: uomini di partito e agitatori di piazze, usciti dalle primarie o meno, veterani e giovani, del PD o contro il PD, garantisti e forcaioli.

Si può dire dunque che gli elettori hanno scelto una precisa linea politica o forse hanno solo ripudiato il berlusconismo giunto al capolinea?

Ad una prima occhiata si potrebbe dire che è solo la crisi della maggioranza che tiene insieme questi scenari così diversi di città in città, ma secondo me, invece, c’è un filo comune, esiste una caratteristica che si può portare ad esempio e modello per la politica di ogni luogo e anche per quella nazionale. Tutte le persone proposte ed elette avevano un’identità chiara, hanno fatto una campagna elettorale e hanno portato avanti un programma coerente con questa loro identità. Sono stati credibili. Da un certo punto di vista sono stati il lato buono della personalizzazione della politica.

Il centrosinistra ha presentato persone credibili ed ha raccolto voti allargando la propria base elettorale, cosa che è successa raramente negli ultimi anni. La lezione quindi, se si vuole vincere, è quella di trovare una persona che incarni credibilmente  il modello di governo che si vuole proporre. E’ chiaro che il modo migliore per scegliere questa persona sono le primarie, ma non ne farei un feticcio.

L’importante è che i partiti sappiano fare un passo indietro, privilegiando la possibilità di vittoria e quindi di governo alla necessità di imporre il proprio candidato. Il PD questa volta lo ha saputo fare, non ha fatto un dramma quando a perso le primarie o quando il proprio candidato è rimasto fuori dai ballottaggi i risultati li vediamo tutti. Per me questa è una grande vittoria di Bersani, checché se ne dica.

Riflessioni al volo che devo andare in palestra

Written by mattiaq

martedì 31 maggio 11 at 12.00

Pubblicato su Politica

Tagged with , ,

Come pagare una multa per aver pagato più del dovuto

leave a comment »

Sto vivendo una storia con l’Agenzia delle Entrate che in confronto il lasciapassare A-38 era uno scherzo.

350px-Asterix_Lascipassare_a38_1[1].PNG

Verifica della documentazione della dichiarazione dei redditi 2005.

Dopo il mio invio di un enorme plico con dentro tonnellate di fogli e e foglietti mi scrivono dicendo che per gli sgravi sulle ristrutturazioni edilizie vogliono la prova che ho inviato a suo tempo comunicazione all’Agenzia stessa. Notare che mi chiedono la prova di una cosa che hanno loro. Notare inoltre che tale documentazione non era richiesta nella loro prima lettera.

La documentazione è presso la sede dell’Agenzia di Pescara. Pago un commercialista di Pescara per recuperare la documentazione. Ci mettono un mese per farmela avere.
A quel punto mi dicono che debbono avere una prova che i lavori siano stati effettivamente svolti. E mi chiedono, a voce, di inviargli la DIA presentata al comune e la certificazione di conformità degli impianti. Notare che sono cose che non mi erano state richieste in precedenza e che da nessuna parte sono richieste come documentazione per gli sgravi. Notare che si tratta di informazioni in possesso di un altro ente pubblico.

La DIA in mio possesso manca del timbro del protocollo. Vado dunque in comune e chiedo una copia. Un funzionario gentile me la fa avere in pochi giorni.

Oggi porto la DIA protocollata e il funzionario dice che comunque deve controllare che, oltre a detrarmi il 36% delle spese di ristrutturazione, non mi sia dedotto il 50% delle spese stesse. Gli dico di verificare sulla mia dichiarazione, ma lui risponde che non può vederla per motivi di privacy e mi chiede (a me!) una copia della dichiarazione che lui sta verificando.

Si accettano scommesse su cosa chiederanno al prossimo giro.

[EDIT]
Comunque non è ancora finita. Dicino che l’interpretazione delle norme che io ho dato non è corretta. Notare che mi contestano di non aver dedotto le spese dal reddito essendo professionista e quindi di aver pagato più tasse del dovuto. Quindi dovrei pagare una multa, ma non posso chiedere indietro i soldi pagati in più perché per quello sono scaduti i termini.

Written by mattiaq

lunedì 23 maggio 11 at 12.00

IKEA Family

leave a comment »

Ikea, eataly, easyjet non sono né buoni né furbi. Semplicemente conoscono la realtà di oggi e si rivolgono alla gente reale.

Con buona pace di Giovanardi esistono tante famiglie tutte diverse, sono quelle della gente reale e non aspettano l’autorizzazione del governo per esistere e per volersi bene.

Written by mattiaq

domenica 1 maggio 11 at 12.00

Pubblicato su Politica

Tagged with , ,